Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

sabato 3 ottobre 2015

Top 5 - I Cavalieri Dello Zodiaco: Il Più Forte dei Cinque Protagonisti (ASCW Classic #10)

Tutti si sono sempre chiesti: Ma chi è il più forte tra i Cavalieri D'Oro? A scuola e non, si è cercato di rispondere più e più volte a questa domanda, finendo però per scegliere sempre il proprio segno in quanto...beh, in quanto proprio segno zodiacale. Nessuno, o forse proprio pochi, si sono chiesti chi era il più forte tra i cinque protagonisti principali del manga/anime de I Cavalieri Dello Zodiaco. Forse perché troppo scontato? Forse perché nessuno ha il coraggio di andare contro al raccomandatissimo Pegasus? Beh, c'è chi dice no è spesso quello è il sottoscritto. Oggi, con una modalità raramente utilizzata su queste coordinate, redigeremo una Top 5 per scoprire chi è Il Più Forte dei Cinque Protagonisti de I Cavalieri Dello Zodiaco.


Qual'è, dunque, questo metodo raramente usato sulle pagine cibernetiche di ASCW? Il metodo obiettivo ed oggettivo: questo perché ho sempre preferito far valere i miei gusti personali, in quanto questo mio blog (eccheccazzo). Sta volta però si va con i pareri obiettivi ed oggettivi...beh, semplicemente perché mi va, perché non mi sono mai cimentato seriamente su questo blog a scrivere qualcosa di obiettivo e oggettivo, e sopratutto, perché è il metodo migliore per venire a capo di questo quesito. Quindi, aspettatevi delle posizioni argomentate quasi in maniera scientifico/tecnica. Siete pronti? E via che si va!



N° 5 - Pegasus  


E' una cosa comune a molti manga/anime degli anni '80, quello di aver per protagonista un completo incapace e un perfetto inetto. Non so come la vedono gli abitanti di Nippolandia, ma qui in Italia la cosa non era generalmente apprezzata; certo, c'era qualche eretico che preferiva Pegasus a molti altri cavalieri più forti e fighi, ma di norma si tendeva a non scegliere come personaggio preferito quello che era il protagonista. Questo, perché era uno di quelli Nato sotto il segno del Protagonista™ e quindi più forte a prescindere, anche senza apparenti meriti: ed infatti è proprio per questo che Pegasus (o Seiya, se preferite l'originale) si laurea come il più scarso tra i cinque protagonisti. Certo, ha il pregio che la sua armatura è più resistente delle altre e nella serie da modo di vedere come sia quella che si scassa con più difficoltà; ha poi il pregio di essere abbastanza scaltro (ma non intelligente, c'è una bella differenza tra le due cose), di essere capace di espandere il suo cosmo pur avendocelo molto piccolo (non pensate male) e di essere dotato di una velocità d'esecuzione notevole...ma quanto a potenza, efficacia dei colpi, vastità delle parco mosse e tecniche di combattimento...beh, lascia alquanto a desiderare. Nella serie a fumetti/cartoni è il più forte perché è il più caparbio e quello che, più degli altri, incarna lo spirito di sacrificio tipico di un eroe...ma questo non basta a far di lui un cavaliere potente. Anche Batman è un tipo caparbio, ma questo non ha impedito al Joker di ammazzargli un Robin e gambizzargli una Batgirl, eh. 



N° 4 - Andromeda


Che, in verità e in verità vi dico, Andromeda dovrebbe essere al primo posto di questa classifica, perché (sulla carta) le caratteristiche che lo contraddistinguono dagli altri dovrebbero permettergli di fare il culo a strisce, non dico praticamente ad ogni cavaliere della serie, ma almeno a gran parte di loro. Pur avendo un cosmo di media capienza, è sufficiente per renderlo l'ospite perfetto per quando Hades deciderà di reincarnarsi, confermandone la potenza dato che...insomma, sub-affittare una divinità nel proprio corpo richiede una certa dose di potere, ecco; inoltre, pur avendo un cosmo non molto grande, possiede una vastità di tecniche e una tipologia variegata delle stesse, che spaziano dalla mosse strettamente difensive, a quelle terribilmente offensive, da quelle dove utilizza tutta l'energia del suo cosmo, a quelle in cui si limita ad usare le sue catene: arma decisamente formidabile e (anche lei, a sua volta) dotata di numerose qualità e poteri. Stare ad elencare tutti i poteri della sua catena sarebbe troppo dispendioso, ma vi basti dire che una delle qualità che ha sempre spiccato di più nella serie, è quella di essere in un certo senso senziente; più di una volta l'arma si è animata da sola oppure ha avvertito il suo padrone e amici di qualche pericolo, dimostrando di avere una personalità propria (ma non così propria da renderla l'erede di Skynet). Insomma, abbiamo tutto, no? Tante tecniche, tutte usate, tutte molto potenti e devastanti...e allora, perché non è primo? Purtroppo per colpa del suo carattere mite, docile e tranquillo, caratteristiche che lo rendono una perfetta minchietta e facilmente soggetto alle virulenti botte degli avversari. Fosse un pò più spigliato come il fratello, non ce ne sarebbe per nessuno.  



N° 3 - Cristal


E la medaglia di bronzo se la becca Cristal, un personaggio che ho sempre definito come "il primo della classe"...e i primi della classe stanno in culo a tutti. Sia chiaro, con questo non voglio dire che odio il personaggio, anzi, credo che sia uno dei miei preferiti proprio per la cornice tragica che Masami Kurumanda gli ha ritagliato attorno, a metà fra la tragedia Greca e quei deprimenti romanzi Russi alla Anna Karenina...ma è proprio questo il problema che ha sempre impedito a Cristal di esplodere e diventare anche lui uno dei più forti. Sul campo di battaglia, non c'è che dire, il cavaliere del cigno è un avversario temibile e un alleato formidabile, complice anche il fatto che comanda una delle energie da sempre spacciate come tra le più forti del manga/anime, le energie fredde e tutto ciò che produce gelo e ghiaccio; se usate come le usano lui e il suo maestro (nell'anime Il Maestro Dei Ghiacci, nel manga Aquarius), il comando delle energie fredde diventa l'asso taglia tutto, il +4 di Uno succeduto dal almeno altre tre +4 e una decina di +2, dato che questo tipo di energia permette di raggiungere e padroneggiare lo zero assoluto (mica pizza e fichi). Proprio per questo, Cristal è dotato di un cosmo enorme e di un parco mosse vasto e devastante, capace non solo di sconfiggere l'avversario, ma anche di demolirlo in più e più modi, come ucciderlo per ipotermia, magari polverizzandone totalmente anche l'armatura; in più è pure bravo di suo, dato che nella serie da prova di essere portatissimo per il combattimento, mostrando non solo attitudine alla lotta, ma anche talento: per questo lo chiamo "il primo della classe", perché non solo sa eseguire con maestria tutte le tecniche del suo cosmo, ma ne inventa pure una (L'Anello di Ghiaccio) e impara, solo dopo una volta averla vista, il Sacro Aquarius, la massima espressione di potenza del suo cosmo; in più, ha dimostrato di sapersela cavare anche senza usare colpi segreti e di saper sconfiggere avversari anche con i soli calci e pugni. Il problema, dunque, dove si pone? Il problema è che, oltre ad essere il cavaliere del cigno, è pure il cavaliere del disagio: è l'avatar della depressione e uomo eternamente combattuto tra il mostrare la tristezza che lo dilania dentro e la voglia di liberarsene; a volte lo spettatore/lettore è portato a chiedersi se Cristal ci è o ci fa, nel senso, se è lui che non riesce a liberarsi dal trauma di aver perso la madre, oppure gli piace fare l'emo perché azzecca passera a palate. Questo lo porta spesso a mascherare il tutto con l'arroganza e a compiere scivoloni mica da ridere e che impediscono non solo il suo completo sbocciarsi, ma anche la piena concentrazione durante la lotta: il combattimento contro Phoenix ne è la prova e addirittura Aquarius stesso, nella serie, gli dirà che si deve dare una svegliata prima di rinchiuderlo in una teca di ghiaccio quando arriverà alla Settima Casa. Va detto che, pur crescendo come personaggio nelle storie successive, non andrà molto lontano dagli inizi. 



N° 2 - Phoenix 


Medaglia d'argento, invece, per Phoenix, il mio personaggio in assoluto piùppreferito dei Cavalieri Dello Zodiaco; questo lo dico perché, se questa fosse stata (come mio solito) una classifica soggettiva e personale, sarebbe al primo posto, invece qui sta al secondo. Voi direte cazzo cambia, ma in verità cambia eccome. A differenza di Segaiya di Pippasus, Phoenix ha dimostrato eccome di essere uno dei cavalieri più forti, e lo ha dimostrato con i fatti; se notate, Ikki (come chiamato nella versione originale) è quello che affronta gli avversari più forti della serie, uscendosene sempre e comunque a testa alta e con il nemico bello che ridotto ad una mera pezza da culo. Senza andare a prendere troppi esempi e fare un listone giordano della figaggine di Phoenix, limitiamoci al prendere in esame la corsa alla Dodici Case; in questa serie di scontri, è vero che il cavaliere della fenice è quello meno attivo e che affronta il minor numero di avversari, ma è anche vero che affronta uno dei più forti: Virgo, cavaliere che (in una ipotetica classifica dei cavalieri d'oro più forti) si piazza agilmente al secondo posto. Si, ovviamente ha i suoi cedimenti e le sue difficoltà, ma vorrei vedere voi fronteggiare un tizio che è sempre presentato come "l'uomo più vicino ad Atena" ed uscirne pure vincitore: voi altri quattro pistagia del cast di protagonisti dovete ringraziare e basta, che vi ha tolto l'ostacolo più difficile di tutti durante le Dodici Case. A parte questo, Phoenix è quello che (usando un gergo tipico dei videogame) potremmo definire un "tank". Ha obiettivamente pochissime tecniche al suo comando, poche abilità di combattimento ed è pure tremendamente lento nell'esecuzione di certi colpi, sopratutto i semplici calci e pugni...ma, tra i cinque protagonisti, è anche quello è quello più resistente, più forte fisicamente, quello dalle tecniche più potenti e con la capienza di cosmo più vasta: oserei quasi dire, sconfinata. Le sue mosse poi sono poche, ma possiedono una potenza distruttiva incalcolabile, e quindi serva a poco che tu sia lento e l'avversario veloce: se la portata dei tuoi colpi è ampia, dovresti tipo andare in Cambogia per sfuggire ai suoi colpi, e forse manco è detto che sei sicuro di essergli completamente sfuggito. Non è un mistero dunque, se il suo elemento è il fuoco, perché la sua forza è pari a quella di un vulcano durante una violenta eruzione; ovviamente, le pecche prima delineate lo penalizzano, ma recupera alla grande sfodera le sue Ali Della Fenice o Il Fantasma Diabolico. Ultimo ma non ultimo, non va dimenticata la proprietà principale della sua armatura: quella di ripararsi da sola e diventare più forte e resistente ogni volta che viene distrutta; questo di certo aumenta la sua durabilità e stoicità. E poi ha un bel caratteraccio da stronzo, cosa che lo rende un gran bel badass e capace di mosse più spigliate ed audaci.



N° 1 - Sirio


E sorpresa delle sorprese, la medaglia d'oro se la becca Sirio! E credetemi, è stata una rivelazione anche per il sottoscritto realizzare che il cavaliere del Dragone è quello più forte dei cinque protagonisti. Perché? Perché ha tutti i punti di forza degli altri quattro, ma nessuno dei loro punti deboli. No ha né troppe tecniche, né troppo poche: ne ha un giusto quantitativo e tutte di eclatante potenza e grande devastazione, che usa tutte in ugual misura; anche senza usare il cosmo, è in grado di combattere con le sole tecniche uattà, e sotto quel punto di vista, è superiore a tutti gli altri, dato che combina conoscenza di mosse, velocità di esecuzione, vastità del parco mosse e forza (cosa che, ovviamente, si riflette anche quando usa il suo cosmo in maniera decisamente esponenziale). La cosa è confermata dal fatto che, durante le Dodici Case, dimostra di saper utilizzare con maestria tutte le dodici armi della Bilancia, sfoggiando per ognuna uno stile diverso; certo, poi sceglie la spada per liberare Cristal dalla teca di ghiaccio, ma giàcchecc'era, si fa un giro con tutte. E' un pò come quando entri in un negozio di dischi o chitarre: anche se sai quello che devi prendere, è da stronzi lasciarsi sfuggire certe occasioni di ascoltare qualche disco in più o provare qualche bella puttanona di legno e a sei corde, ma andiamo avanti. Ha un cosmo di enorme capienza che conosce bene e sa come sfruttarlo al massimo, ha un'armatura resistentissima e che difficilmente viene messa fuori uso in breve tempo, oltre che dotata di un sistema di difesa efficacissimo: il suo scudo, che ok, non sarà quello di Capitan America, ma l'ha protetto svariate volte da colpi altrimenti mortali. Pur non controllando energie di alcun tipo, ha una confidenza invidiabile con il suo cosmo e che non tutti i cinque protagonisti possiedono, e questo gli permette una elasticità d'espansione a loro superiore, permettendogli ulteriormente di potenziare i suoi colpi come Il Colpo Segreto Del Drago Nascente. E' veloce, intelligente, tenace, portato per il combattimento e talentuoso nel mettere in pratica quello che ha imparato; è buono ma non così scemo e infantile da credere che tutti possano essere convertiti al bene o che il buono sia in fondo a tutte le persone: il suo combattimento contro Cancer dimostra che gli stronzi esistono e lui sa come ridimensionali; è calmo, pacato, paziente e saggio, ma questo non gli impedisce di essere cieco (brutto esempio, lo so) e di attingere al lato più furente della sua personalità, utilizzandola per fendere violente punizioni corporali ai marrani che si macchiano di stronzoneria: e qui, di nuovo, l'esempio dello scontro con Cancer si fa sentire. E visto che abbiamo citato la sua cecità: si, Sirio è anche il più sfigato fra tutti i protagonisti principali, dato che perde ben più di una volta la vista, ma a differenza di altri (<coff, coff> Cristal <coff, coff>) non è mai stato li a piangersi troppo addosso, prendendo a pugni l'orsacchiotto e gridando in mezzo ai ghiacci quanto fosse impietosa con lui la sfiga; certo, un pò di frustrazione e giramento di coglioni da prassi c'è stata, ma poi è finita li, poi si è rialzato ed è andato a spaccare culi: del resto, è nato sotto la costellazione del drago, mica dell'insalata. In conclusione, possiamo dire che Sirio è (in un certo senso) il più bilanciato fra tutti i cavalieri protagonisti della serie, riuscendo dove altri falliscono e a dare tanto quando dove altri cavalieri eccellono. Mentre gli altri quatto, in certi valori della scala di potenza sono proprio sballatissimi, lui è riuscito a ponderare egregiamente il tutto, offrendo un rapporto "qualità/prezzo" tra i più competitivi: e quindi, migliore. 



E questa è la mia classifica, redatta in via del tutto eccezionale (tradotto: c'avevo voglia di provare) secondo un parere obiettivo ed una attenta visione dei dati tecnici dei personaggi. Ora tocca a voi, carissimi Teleguardoni. Siete d'accordo con questo scritto? Se si, mi fa piacere e vi si prega e invita di condividere il post in ogni dove all'interno dell'etere Internettiano. Se no, ben vengano i vostri pareri e le vostre visioni...ma mi raccomando! Fate valere la vostra opinione portando esempi e prove concrete: insomma, argomentate bene il vostro parere, altrimenti ciccia. 

- Symo

2 commenti:

  1. Bada bene: non si scherza con la costellazione dell'insalata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se è ascendente rucola poi, guai. La rucola è infida e bastarda.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...