Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

giovedì 15 ottobre 2015

Le 20 Curiosità su: Devil (Devil 50th Anniversary Tribute - Parte 1)

Comincia ufficialmente oggi la sfilza di post che faranno da tributo ai cinquant'anni di Devil, in questo Devil 50th Anniversary Tribute. Inauguriamo questa lunga serie di post (che ci terrà compagnia per diverse settimane) cominciando con qualcosa di easy ma al contempo interessante e stuzzicante: nella Parte 1 della nostra trafila di post celebrativi del Diavolo Rosso, ci soffermeremo su 20 facts n' trivias incentrate maggiormente alle curiosità e retroscena sulla cinquantennale carriera dell'Uomo Senza Paura. Cominciamo? Cominciamo.


 20 Cose che forse non sapevate su Devil 


20 - Ora come ora, la serie tv Marvel's Daredevil mandata in onda da Netflix è sulla bocca di tutti, anche dopo mesi dalla sua conclusione. Quello che però non è sulla bocca di tutti, è la prima volta che si parlò di una serial televisivo del personaggio. L'idea venne da Angie Bowie, l'ex-moglie di David Bowie, che negli anni '70 pianifico il telefilm Black Widow/Daredevil. La cosa, ovviamente, non andò in porto. Se vi state chiedendo perché, guardate la foto sotto e rispondetevi da soli:


19 - Attraverso le numerose pubblicazioni, autori e fan sono riusciti a delineare alcune generalità fittizie di Devil, come: il suo nome completo, che è Matthew Michael Murdock; la sua altezza (1,83m) e il suo peso (91kg); il colore dei suoi capelli (rossi) e dei suoi occhi (color azzurro spento, essendo cieco, ma prima dell'incidente erano verdi); la sua età che, nel periodo in cui questo post è scritto (2015) è intorno ai 29/32 anni. La sua data di nascita è invece il 21 Ottobre, di quale anno però non viene specificato...anche se si può capire. In Daredevil #1 del 1964 (numero di debutto del personaggio) viene mostrato un flashback ambientato nel 1950 in cui Matt ha 8 anni; facendo un paio di calcoli, si scopre che Matt è nato nel 1942. Quindi, la sua data di compleanno ufficiale è il 21 Ottobre 1942.

18 - La storia Redenzione è basata su un fatto di cronaca nera realmente accaduta: il caso dei tre di West Memphis. Per altro (consiglio spassionatissimo) si consiglia il recupero di quella storia: una cosa da brivido per la bellezza, guarda. 

17 - All'epoca della loro uscita, Frank Miller e Bill Sienkiewicz lavoravano contemporaneamente sulla miniserie in otto parti Elektra: Assassin e sulla grapich novel Devil: Amore e Guerra.

16 - Nell'arco narrativo Fall From Grace (pubblicato da Daredevil #319 fino a Daredevil #325) dopo 30 anni di carriera, Devil cambia per la prima volta costume, indossando la corazza grigia/nera/rossa.


In vista di questo cambio, furono realizzate numerose versioni embrionali del costume. Qui sotto, vi si pubblica qualche bozzetto preparatorio (di cui alcuni molto osceni).





15 - Il custode di Hell's Kitchen, una volta, combatté un villain chiamato Vapora in un fumetto realizzato su richiesta dalla ditta Gas Appliance Manufacturers Association per sensibilizzare i consumatori riguardo alle fughe di gas e ai danni che potevano fare alle persone e all'ambiente, invitandoli a stare attenti.

14 - Warren Ellis tentò per ben due volte di scrivere sul personaggio di Devil, ma fu continuamente ostacolato dalla Marvel. Il primo tentativo risale al 1998 e avrebbe dovuto essere un one-shot in coppia con disegnatore Tommy Lee Edwards, ma all'epoca la Marvel aveva già rilanciato il personaggio sotto l'etichetta Marvel Knights e preferiva incentivare il progetto di Kevin Smith e Joe Quesada, e quindi ciccia. Il secondo tentativo, invece, era una grapich novel intitolata Devil: New York Underground...ma fu tipo cancellata dal publisher per ragioni ancora oggi poco chiare. Il Signor Ellis dovrebbe tipo odiare a morte questo personaggio, dopo quanto successo.

13 - Parlando delle varie pubblicazioni, forse Devil è il personaggio dei fumetti che "vanta" più storie iniziate e mai concluse e storie finite dopo molti mesi di ritardo. Vediamo qui, di seguito, quelle più famose di entrambe le categorie:

Storie iniziate e mai concluse:
Tra quelle mai concluse abbiamo le celebri Daredevil/Bullseye: The Target e Daredevil: The Devil's Own. La prima era scritta da Kevin Smith e disegnata da Glenn Fabry e vedeva il Diavolo Custode impegnato ad impedire al suo odiato nemico di sempre di non uccidere il misterioso target per cui era stato enormemente pagato; fu presentato come una sorta di seguito non ufficiale di Diavolo Custode (scritto sempre da Smith stesso) e venne fatto uscire il primo numero nel 2002...il secondo invece, non ha ancora visto la luce del sole, e forse non la vedrà mai, dato che Kevin Smith stesso ha bellamente spoilerato che il target di Bullseye era Capitan America. La seconda invece è una di quelle classiche storie realizzate da un vero dream team e che promettevano la bomba più assoluta; scritta da Frank Miller e disegnata da Walter Simonson, The Devil's Own fu un progetto così segreto che a malapena si è riusciti a sapere il titolo. Purtroppo non è dato sapere di cosa parli esattamente questa storia, dato che la storia non è mai stata completata nemmeno a livello di sceneggiatura. Qui potete vederne uno scorcio che sono riuscito a raccattare grazie ai miei potenti mezzi:


Storie finite dopo una infinità di tempo:
Tra quelle uscite molto in ritardo, abbiamo Daredevil: Parts Of A Hole e Daredevil: End Of Days. La prima, tra una cosa e l'altra, impiegò circa 16 mesi per vedere tutte e sette le parti di cui era composta fatta e finita; la seconda, invece, fu annunciata da Brian Michael Bendis stesso già nel 2007. La storia però intrigò così tanto la Marvel che i vertici invitarono lo scrittore a prendersela con calma, dandogli così tutto il tempo necessario per realizzare una storia perfetta, senza buchi logici, con grandi colpi di scena, intrisa di intrattenimento, grandi personaggi/rimandi alle storie passate del Cornetto e tutto quello che serviva per fare un signor fumetto. Alla fine la pazienza ha ripagato e tra il 2012 e il 2013, End Of Days è stata pubblicata. Sub-Trivia: E' una signor storia? Si, lo è.

12 - Sempre parlando di storie che avrebbero dovuto essere pubblicate, c'erano certe idee che la Marvel aveva intenzione di realizzare ma che poi finirono nel dimenticatoio. Come: 1) Un Ka-Zar/Daredevil Annual datato 1998, scritto da Ann Nocenti; 2) Una saga in quattro parti intitolata Original Sin, scritta da Dan Chichester in cui Devil viaggia nel 1800; 3) Il crossover Daredevil/Predator; 4) Una miniserie intitolata Hell's Kitchen che avrebbe dovuto essere pubblicata dopo Fall From Grace, scritta da Dan Chichester. La storia avrebbe dovuto essere una storia di "Devil Anno Due", per intenderci. 

11 - Dopo gli eventi di Born Again, lo scrittore Steve Englehart avrebbe dovuto prendere le redini della testata e scrivere una storia in cui si univa ai Vendicatori Della Costa Ovest; l'idea che, però, un solitario come lui (sopratutto in un momento di estrema difficoltà come quello seguente a Born Again) si unisse a un gruppo faceva troppo strano e non se ne fece niente. Ma a quanto pare, sta storia che un eroe solitario doveva unirsi al distaccamento Californiano dei Vendicatori andava abbastanza di moda negli uffici Marvel, dato che tempo prima pure John Byrne ebbe un'idea simile, solo che lui aveva puntato sull'Uomo Ragno. Anche questa idea venne rigettata perché se era un casino per Devil, figuriamoci per Spidey. Anni dopo, però, i due entrarono ufficialmente a far parte dei Vendicatori sulle pagine di New Avengers ed entrambi per mano di Brian Michael Bendis: l'Arrampicamuri su New Avengers #3 del 2005 e il Diavolo Custode su New Avengers #16 del 2011.


Gli han pure dato la tesserina personalizzata con tanto di braille. 

10 - A proposito di Born Again: il nome della intera storyline avrebbe dovuto essere Apocalypse, come il nome del primo capitolo.

9 - Quando Karl Kesel lavorava sula testata Daredevil, voleva promuovere il personaggio da avvocato a sindaco; l'idea venne rigettata perché era un impiego troppo impegnativo per un supereroe.

8 - Negli anni '70, la Marvel stava quasi pensando di far uscire un mensile intitolato: Daredevil & Iron Man in cui comparivano una storia a testa dei due personaggi, nel tentativo di risollevare le bassi vendite delle due serie.

7 - Seguendo il successo della serie a fumetti dopo che Frank Miller ne prese in mano la gestione, s'era pensato di fare un cartone animato sul Diavolo Custode. L'idea fu abbandonata perchè nel cartone era previsto un sidekick per il protagonsita e la Marvel non riusciva a sopportare l'idea che Devil avesse una spalla chiamata: "Lightning the Super Dog". Sopratutto era una gran bella presa per il culo, dato che come spalla metti un cane a un supereroe cieco...cioè...insomma, avete capito, no? La seguente è l'unica immagine rilasciata per la serie animata pubblicata su Comics Feature #33 released in 1985. E, fortunatamente, anche l'ultima.


6 - Attraverso i suoi sensi, Devil può captare qualsiasi cosa all'interno di un minimo 75 metri in tutte le direzioni. Per qualsiasi cosa, s'intende tutte le cose che può captare, da movimenti, rumori, odori ecc.

5 - Devil e la Vedova Nera sono stati la prima coppia dei fumetti non sposata a vivere assieme. 


E pure la prima a darsi le pacche goliardiche sul culo. Chissà cosa avrebbero detto le stesse femministe che hanno criticato la Joker Variant Cover di Batgirl #41, se all'epoca ci fosse stato Internet. 

4 - Quando Stan Lee concepì Devil come un personaggio non vedente, il Sorridente era consapevole della originalità della cosa, ma aveva paura di offendere le persone che possedeva questo handicap; se così fosse stato, lo scrittore avrebbe fatto in modo di cancellare il personaggio o quanto meno di scusarsi pubblicamente. E invece l'idea fu bene accolta e il Devil continuò ad essere pubblicato.

3 - Molti credono che il debutto cinematografico ufficiale del Cornetto sia con quel considerevole fiasco del Daredevil datato 2003, quello con Ben Affleck nel ruolo di Matt Murdock/Devil. 


Questo, per inciso. 

In verità, una versione cinematografica di Devil la si era già vista nel film per la TV intitolato Processo all' Incredibile Hulk. Il lungometraggio era uno dei tre film realizzati per la TV che ponevano fine alle vicende del telefilm con Bill Bixby nel ruolo di David Bruce Banner e Lou Ferrigno in quello di Hulk. In questa pellicola Banner viene arrestato per svariate magagne e tocca a Matt Murdock scagionarlo e, contemporaneamente, capire cosa cavolo centra Kingpin in tutto questo. In questo primo debutto cinematografico del Diavolo Rosso, Matt Murdock/Devil è interpretato da Rex Smith; questo episodio avrebbe dovuto introdurre il personaggio di Daredevil sul piccolo schermo in previsione di una relativa serie, che invece non fu mai realizzata. Come mai? Beh, prima cosa, per questo:


A differenza del fumetto, il difensore di Hell's Kitchen appare come un ninja vestito di nero che, nel pieno della battaglia finale, dichiara apertamente la propria cecità. Questi due elementi della storia hanno suscitato lo sdegno di Stan Lee (che, comunque, partecipa al film come membro della giuria, dando luogo al suo primo cameo in un film sui supereroi). Come dargli torto!

2 - Ironia della sorte (e visto anche i panni che veste) Matt Murock è un cattolico convinto.

1 - Le origini di Devil hanno ispirato la creazione delle Tartarughe Ninja. Si sa che Matt Murdock acquista i suoi poteri salvando un non vedente che stava attraversando la strada e rischiava di essere investito da un camion; a seguito del salvataggio, Matt viene sommerso da scorie radioattive che il camion stava portando. Il giovane perde la vista ma tutti gli altri suoi sensi si affinano a dismisura, rendendolo capace fare cose come sentire uno spillo che cade a un miglio di distanza. Kevin Eastman e Peter Laird, i creatori della Turtles, partirono da qui a creare la loro opera. 



Come mostrato a pagina 16 di Teenage Mutant Ninja Turtle #1 del 1984, i due partono dal presupposto che il liquido radioattivo s'era spantegato per terra, immaginarono che un pò di quella sostanza finì nelle fogne e fece lo sporco lavoro che trasformò quattro tartarughe nei personaggi che conosciamo oggi. Ovviamente, Devil e le Turtles non appartengono allo stesso universo, ma come tie-in non è mica male.  



E con questo è tutto per il momento. Nella speranza che queste 20 piccole pillole di curiosità vi abbia fatto conoscere un pò meglio il nostro caro Cornetto, vi saluto e vi invito a ritornare tra qualche ora per la Parte 2 del nostro Devil 50th Anniversary Tribute.

- Symo

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...