Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

martedì 5 gennaio 2016

I Cinque Samurai - La Leggenda dell'Imperatore Splendente: la recensione (Pick A Card-Cer #49)

Come si era annunciato nell'episodio 48, continua la rassegna stampa di tutti i lungometraggi, gli oav e gli special tv dei Cinque Samurai...in ordine ovviamente casuale. Oggi è il turno di LA LEGGENDA DELL'IMPERATORE SPLENDENTE.


Trama:
Tokyo, quartiere Shinjuku: misteriosi fenomeni atmosferici fanno crescere un'incredibile vegetazione tropicale nella città, costringendo la popolazione all'evacuzione. Dirigendosi lì per indagare, i cinque samurai affrontano un misterioso guerriero africano chiamato Mukala, dotato di una forza mostruosa capace di tenere loro testa e sopratutto padrone di un'altra armatura dell'Imperatore Splendente, identica a quella bianca di Ryo ma di colore nero. Durante lo scontro Mukala crea un buco temporale che inghiottisce lui, Ryo e Seiji, trasportandoli nella Tanzania dove lui e la sua tribù vivono. 

Il mio Parere:
E' il secondo OAV dei Cinque Samurai, rilasciato direttamente in formato home video nel 1990; in Italia, arriverà nel 2004 grazie a Yamato Video, avente però un nuovo doppiaggio e una nuova traduzione, quest'ultima più fedele a testo originale. La particolarità di questa serie di OAV, è che quest'ultimi vengono davvero trattati proprio come una ipotetica terza serie da affiancare a quella originale, dato che vengono mostrati e creati dei nuovi elementi che fanno continuità, ponendosi come un seguito alla precedente serie e importanti per la storia dei Samurai. Questi undici OAV poi, si presentano come puntate da riassumere sotto un preciso arco narrativo; quindi, in parole povere, le undici puntate sono da contare come micro-puntate da 20 minuti l'uno, che si presentano come più parti di una macro-puntata. Message, infatti, riassume gli episodi dal 3° al 6° OAV della serie: Makula del sole, L'imperatore splendente nero, Quando le armature cominciano a correre, Per superare la tristezza!.

Come si era detto nella scorsa recensione, a differenza di Incubo A New York, La Leggenda dell'Imperatore Splendente si pone come uno dei due OAV i cui eventi avranno degli effetti preponderanti della saga dei Cinque Samurai; quindi, se il primo OAV erano solo una sorta di stretching dedicato al mero riscaldamento per permettere alla produzione di riabituarsi a scrivere le gesta dei cinque giovani protagonisti, con questa seconda ondata di animazione indirizzata al home video, si comincia a fare sul serio e ufficialmente si comincia a porre le basi per il vero finale dei Cinque Samurai, che sarà poi il terzo e ultimo OAV Message. Se, infatti, dovessimo descrivere in una sola frase quello che succede ne La Leggenda dell'Imperatore Splendente, questa sarebbe proprio: "l'inizio della fine", o perché no, anche "prologo all'epilogo". Sfruttando la carta del home video un pò come fa ora Netflix con serie come Marvel's Daredevil e House Of Cards, la produzione si prende la libertà di affrontare l'entità delle armature al servizio dei cinque protagonisti con un'approccio più adulto e a tratti dark. Si, ho detto bene, "a tratti dark", perché questo secondo OAV s'interrogherà spesso sul vero scopo dell'esistenza delle armatura dei samurai e sul loro vero allineamento. Sono buone? Sono cattive? E chi controlla le armature? Sono Ryo, Simo, Sami e tutti gli altri a controllare le rispettive e colorate corazze, oppure sono le corazze a controllare i nostri tormentati protagonisti?

La Leggenda dell'Imperatore Splendente prende il meglio della serie tv, e lo ripropone di una nuova e rivitalizzata veste con uno sfracello di azione be coreografata, una storia semplice ma impostata su intriganti e molteplici domande che porteranno i Cinque Samurai a scoprire una faccia della loro lotta del tutto inedita e segreta, dove addirittura Fiamma Bianca ha un ruolo cruciale nel loro destino; viene pure delineato un superbo tratto psicologico dei personaggi, cosa che nella serie è sempre un pò mancata e che si è sempre limitata agli stereotipi, contribuendo a delineare i personaggi in maniera tridimensionale e adulta: il tutto poi, La stessa confezionato con buone animazioni e una notevole cura dei dettagli. Purtroppo c'è da dire che l'OAV parte bene, ma arriva a fine visione in maniera molto stanca, dato che la conclusione non solo arriva in maniera abbastanza scontata, ma viene anche spiegata con confusione e frettolosità: senza poi contare il calo qualitativo quasi costante del comparto animato. 

Conclusioni:
Nonostante una conclusione non degna, La Leggenda dell'Imperatore Splendente si conferma comunque come una visione di alto livello di intrattenibilità: che si pone, inoltre, come necessaria per capire gli eventi del vero finale dei Cinque Samurai. Una visione interessante e più adulta del solito che vale uno sguardo. 

PS-1: Se non sapete cosa vuol dire la sigla OAV, consultate la recensione di Lupin III - Il Ritono di Pycal, in cui viene data una spiegazione breve ma esaustiva.
PS-2: Purtroppo, non essendoci trailer dell'oav, vi cuccate un'altra sigla.


- Symo

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...